Charpoy

Una storia di riti, di giochi e di ricami

Letto da giorno, poltrona, o più semplicemente luogo dove riposarsi o accogliere un ospite, Charpoy non è una semplice re-interpretazione di un complemento d’arredo orientale, ma uno scambio culturale, un confronto tra una realtà industriale italiana e il mondo delle ricamatrici indiane. Il decoro ricamato riprende l’antico gioco del “Chaupar”, una sorta di dama che riporta alla mente la Mahabharata, uno dei grandi poemi epici della mitologia induista; ogni materasso è firmato con il nome della ricamatrice che l’ha curato. Il Charpoy è completato da una serie di cuscini che, con elegante linguaggio grafico, raccontano gli strumenti di lavoro e di uso quotidiano delle donne indiane: forbici, ditali, gessetti.