Tia Maria

Ammaliati dal gioco degli opposti

La ricerca parte dal telaio, dallo studio della qualità degli appoggi. È l’ergonomia a determinare la posizione di seduta, i due approcci complementari di concepire la comodità.
Sostenere e accogliere. Nella sedia, poltroncina e poltrona la scocca imbottita poggia sulla base; nella poltrona e nella chaise longue il rivestimento è ancorato direttamente al telaio, una sacca che accoglie e seduce l’ospite. Il nome, citazione di un liquore caraibico a base di caffè e rhum, svela la doppia identità, l’allusione al gioco dei contrari. Postura formale e informale, simmetria e asimmetria dei braccioli, linearità e sinuosità del telaio. Ogni funzione è assolta: attesa, riposo, relax.