Z-Shelf
by Ron Arad, 2013

Ready-made quotidiano

Un foglio di metallo tagliato e piegato, essenziale, privo di qualunque elemento decorativo. Il valore è nella composizione, nella libertà di accostamento. L’esito è una griglia interrotta, spezzata da continui tagli che ne allegeriscono la percezione. È l’opera sensibile di un fabbro, il residuo di ja lavorazione meccanica, scenografia industriale dismessa a cavallo tra poetica ed estetica brutalista. Z-Shelf, assieme al divano Glider e allo sgabello 3 Nuns, è parte di Americana, collezione eterogenea che, attraverso l’uso dell’acciaio, elogia l’opera concettuale come costruzione ed espressione della pratica progettuale, senza dover ricondurla nell’ordine delle categorie stabilite o delle convenzioni.