< 1 / 10 >

Setting the Elegance

Mise-en-scène dell’eleganza

Mise-en-scène dell’eleganza. Un’operazione da leggere e interpretare
come un vero e proprio metaprogetto, come delle linee guida per
orientarsi nello spazio fluido e latente compreso tra architettura e
immagine del prodotto. Una magistrale opera di decoro che offre stimoli
e nuove possibilità di arredo al professionista, al cliente più raffinato
come all’amante della bellezza: Setting the Elegance dimostra, nella
concretezza del fattibile, la natura profondamente eclettica dell’oggetto
di design.

< 1 / 10 >

Ricerca di superficie che, se da un lato conferma il rapporto simbiotico tra forma e rivestimento, dall’altro rappresenta un movimento inverso capace di far riemergere l’attitudine concettuale di alcuni prodotti iconici sedimentati nella memoria visiva di ognuno di noi. Affiora un mondo dove la pratica decorativa si appropria della forza costruttiva e della vitalità conferita dalla pluralità dei linguaggi progettuali.

L’eccezione, così, è promossa a misura. L’eterogeneità della produzione Moroso, da questa prospettiva, si coniuga perfettamente a un modello di eleganza misurata, estremamente contemporanea, ma al contempo ricca di valore intrinseco e di riferimenti classici. Alla tradizione delle sete e dei preziosi broccati di Rubelli si contrappone la raffinata matericità delle lane e dei velluti della collezione Kvadrat/Raf Simons così come a lavorazioni prettamente industriali si alternano ricercate confezioni artigianali.

Lusso autentico, dichiarato con il coraggio, la dedizione e la perseveranza che solo i visionari possono dedicare nel raggiungimento dell’eccellenza fino al dettaglio più piccolo, dimostrando che, oltre ai cliché prestabiliti, alle etichette e alle definizioni, esistono mondi nuovi e meravigliosi. Ciò che noi dobbiamo fare, è solo volerli vedere.